testalino psi

Organizzazione didattica

Il Corso di Baccalaureato ha la durata di tre anni (6 semestri) e si conclude con la tesi. Comprende attività accademiche per complessivi 180 crediti formativi universitari (ECTS).

Il percorso triennale è organizzato in modo da svolgere:

  • una funzione formativa di base nei primi due anni, consentendo l’acquisizione delle conoscenze che caratterizzano i diversi settori delle discipline psicologiche, un loro adeguato inquadramento nelle scienze umane, sociali e biologiche, nonché l’acquisizione dei metodi e delle procedure di indagine scientifica;
  • una funzione più orientativa per la scelta dell’ambito specialistico di sviluppo professionale, in stretta connessione con l’offerta IUSTO delle Licenze(o Lauree Magistrali) in Psicologia; a partire dal secondo anno sono infatti previsti corsi caratterizzanti e laboratori teorico-pratici che consentono l’acquisizione di conoscenze in relazione ai principali ambiti disciplinari e di competenza professionale:
    • psicologia dello sviluppo e dell’educazione
    • psicologia clinica
    • psicologia del lavoro, delle organizzazioni e della comunicazione.

Il percorso di studi triennale comprende:

  • corsi finalizzati all’acquisizione dei fondamenti teorici e operativi della psicologia generale, psicologia dello sviluppo e dell’educazione, psicologia sociale e del lavoro, psicologia dinamica e clinica; le conoscenze riguardanti i meccanismi psicobiologici, fisiologici e genetici alla base del comportamento; le metodologie di indagine e ricerca scientifica in psicologia; i metodi statistici e le procedure informatiche per l’elaborazione dei dati; i principali strumenti psicometrici e psicodiagnostici; le dinamiche intrapsichiche, relazionali ed emotive; i processi e i quadri psicopatologici; la comunicazione interpersonale; i processi educativi, psicologico sociali e organizzativi;
  • corsi finalizzati ad una solida formazione interdisciplinare, con particolare riferimento alla pedagogia, sociologia, filosofia, antropologia, teologia e all’etica;
  • laboratori, sotto forma di seminari ed esperienze applicative, finalizzati all’acquisizione di strumenti e procedure operative per la valutazione e l’intervento psicologico nei contesti educativi, psicosociali ed organizzativi;
  • attività di tirocinio (250 ore), svolto presso strutture esterne convenzionate oppure sotto forma di esperienze pratiche guidate, in situazioni reali o simulate, appositamente progettate per favorire la riflessione sull’identità professionale del tecnico collaboratore dello psicologo, l’approfondimento sull’attività psicologica declinata in contesti specifici, nonché il perfezionamento di abilità pratiche in relazione ai metodi e alle tecniche di intervento psicologico.

In questo come in tutti i curricula programmati da IUSTO, assumono particolare rilievo le attività pratiche (laboratori, esercitazioni, tirocini, esperienze pratiche guidate) che, strutturate in continuità con le altre attività formative, mirano a favorire nello studente l’integrazione delle conoscenze teoriche con l’acquisizione delle necessarie competenze e abilità pratiche, nonché il collegamento fra la realtà accademica e la realtà lavorativa.

Valutazione dell'apprendimento in itinere e finale

Esami

Al termine di ciascun insegnamento è previsto un esame (scritto e/o orale) di verifica dell'apprendimento. A discrezione del Docente, possono essere effettuate prove intermedie al termine di ogni modulo di insegnamento. Per ogni anno accademico sono previste tre sessioni di esami (invernale, estiva e autunnale).

Tesi

La prova finale consiste in un elaborato scritto (tesi) che testimoni il raggiungimento, da parte dello studente, degli obiettivi formativi e la padronanza delle competenze acquisite nel corso di studi. Tale elaborato scritto viene discusso di fronte ad una commissione di docenti del Corso stesso. Per essere ammesso alla prova finale, lo Studente deve aver superato gli esami relativi ad ogni insegnamento e completato il tirocinio. Sono previste tre sessioni(invernale, estiva e autunnale) per ogni anno accademico. A discrezione del Consiglio di Corso, può essere prevista anche una sessione straordinaria(novembre/dicembre).